giovedì 11 gennaio 2018

Tomb Raider vs. Luoghi Reali: confronto con la storia e l'attualità

Nella serie classica di Tomb Raider, la maggioranza dei luoghi visitati da Lara Croft sono esistiti o esistono davvero nella realtà. Alcuni appartengono alla storia e al passato, come nel caso dell'Antico Egitto o delle antiche civiltà del Perù. Altri, sono luoghi dei giorni odierni, come le città di Londra, Venezia e Roma. In questo articolo, vi presenterò alcuni esempi dei luoghi che gli sviluppatori dei primi cinque Tomb Raider hanno riprodotto, più o meno fedelmente, nei primi cinque videogiochi di Tomb Raider.

(articolo in continuo aggiornamento!)

Tomb Raider 1

  • Livello 2 - "Città di Vilcabamba" in Perù


Vilcabamba, fondata in Perù dall'imperatore Manco Inca nel 1539, fu l'ultimo rifugio dell'Impero fino alla sua caduta.

Data alle fiamme, la città fu completamente dimenticata divenendo l'ultima leggendaria Città Perduta degli Inca.

Le rovine furono riscoperte da Hiram Bingham nel 1911, presso la remota foresta di Espíritu Pampa, a circa 130 km a ovest di Cuzco.

Nel 1996, Lara Croft, contattata da Larson per conto di una potente donna d'affari, Jacqueline Natla, viene ingaggiata per il recupero del primo frammento di un artefatto chiamato Scion.

Secondo Natla, il prezioso manufatto si trova proprio tra le rovine della mitica città di Vilcabamba. 

  • Livello 5 - "St. Francis Folly" in Grecia


Meteora (dal greco "META'", "in mezzo a" e "AER" aria, "sospeso in aria" o "in alto nei cieli") è una famosa località del nord della Grecia, importante nucleo di culto per la chiesa ortodossa e patrimonio dell'umanità dall'Unesco.

Dei ventiquattro monasteri eretti in cima a falesie di arenaria, ad oggi solo sei sono ancora abitati, tra cui il monastero Agios Nikolaos (San Nicola), Agios Stefanos (Santo Stéfano) e Aghia Triada (Santa Trinità).

Sebbene non esista un monastero dedicato a San Francesco, nè l'architettura interna ricordi un Folly (un capriccio architettonico), è innegabile la somiglianza di questo complesso con l'immagine esterna di Saint Francis Folly, primo livello ambientato in Grecia del primo Tomb Raider e del suo remake Tomb Raider Anniversary, a cui probabilmente i programmatori si sono ispirati per l'aspetto esterno del monastero.

Nella foto in alto, il complesso di Meteora in Grecia. Nelle immagini in basso, il monastero di Saint Francis Folly rispettivamente in Tomb Raider e Tomb Raider Anniversary.


  • Livello 7 - "Palazzo Mida" e Palazzo di Cnosso: gli affreschi con i delfini


I delfini dipinti nella piscina del Palazzo Mida (terzo livello della Grecia) in Tomb Raider 1, sono ispirati a degli affreschi contenuti nel Palazzo di Cnosso, raffiguranti proprio degli splendidi delfini.

Il Palazzo di Cnosso si trova a Creta (Grecia), fu costruito attorno al 2000 a.C. e costituiva il centro politico, religioso ed economico della civiltà minoica, ossia la civiltà cretese dell'età del bronzo.

Curiosità: il Palazzo di Cnosso è legato ad antichi miti della Grecia classica, come Minosse e il labirinto costruito da Dedalo, e quello di Teseo e il Minotauro. 


Tomb Raider 2

  • Livello 1: "La Grande Muraglia" Cinese


Scenario iniziale e finale di Tomb Raider 2 a cui viene fatto coincidere l'accesso al Tempio dello Xian, quest'opera grandiosa è da considerarsi una delle sette meraviglie del mondo moderno.

Costruita a partire dal 215 a.C. circa per volere dell'imperatore Qin Shi Huang, la Grande Muraglia Cinese si estende per ben 8.851,8 chilometri.

La Grande Muraglia è stata anche utilizzata come location per una rocambolesca corsa in moto nel film Tomb Raider - La Culla della Vita.

  • Livello 9: "Saloni Abitati": il Relitto del Maria Doria, Andrea Doria e Titanic


Le finestre del ponte passeggiata della prima foto si riferiscono al famosissimo transatlantico inglese Titanic, affondato al suo viaggio inaugurale nel 1912 dopo la collisione con un iceberg.

La foggia e la forma delle vetrate del livello Saloni Abitati di Tomb Raider 2 del relitto del Maria Doria ricalcano fedelmente quelle del transatlantico inglese.

La Core Design utilizzò invece come nome quello del transatlantico italiano Andrea Doria ed alcuni altri particolari (pur modificandone il nome) in modo da mantenere il collegamento con Marco Bartoli, lasciando comunque inalterato il fascino e l'atmosfera della location.

Tomb Raider 3

  • Livello 5: "Villaggio costiero" nel Pacifico del Sud e le popolazioni indigene


In Tomb Raider 3, Lara Croft si reca su un'isola sconosciuta nel Pacifico alla ricerca del Pugnale Ora, uno dei 4 artefatti scolpito dai Polinesiani da un materiale proveniente da un meteorite. Ad accoglierla, oltre alla natura incontaminata, una flora rigogliosa e dei soldati australiani sopravvissuti ad un disastro aereo, Lara deve guardarsi dalla popolazione autoctona dedita al cannibalismo rituale.

In Papua Nuova Guinea i Korowai, popolazione indigena della nuova Guinea, costruiscono le proprie abitazioni sugli alberi a molti metri d'altezza e di fatto, sono l'unica popolazione che pratica ritualmente il cannibalismo di cui abbiamo riscontro. Gli Huli Wigman invece, popolazione indigena vicina geograficamente ai Korowai, hanno la peculiarità di indossare complessi copricapi di piume o fibre vegetali costituendo delle vere e proprie parrucche, oltre a dipingersi il volto e adornarsi con piercing di sottili ossa animali. 

È altamente probabile quindi che gli sviluppatori di Tomb Raider III abbiano preso spunto dagli usi e i costumi di queste popolazioni per raffig
urare l'aspetto e il comportamento degli indigeni Polinesiani nei livelli del Pacifico.

  • Livello 11: "Aldwych", la metropolitana londinese


Inaugurata nel 1907 sotto il nome di Strand, la stazione della metropolitana di Aldwych fu chiusa nel 1994 in quanto poco utilizzata, ma ebbe notevole importanza durante i due conflitti mondiali come zona sicura dove mettere al riparo i reperti esposti in molti musei londinesi compreso il British Museum.

Location per numerosi film in cui andava rappresentata la London Underground, ad Aldwych è ambientato un intero livello di Tomb Raider 3 in cui Lara, nel tentativo di raggiungere Sophia Leigh, accede addirittura ad una sede di una Loggia Massonica.

Curiosità: per la sua importanza storico-cinematografica, Aldwych è monumento storico classificato di Grade II.

  • Livello 12: "Molo sul Tamigi", Londra e la Cattedrale di Saint Paul


La cattedrale di Saint Paul, luogo visitato da Lara Croft nel livello "Molo sul Tamigi" di Tomb Raider 3, è una delle più famose chiese di Londra, nonché uno dei luoghi più visitati dai turisti.

Essa si trova in Ludgate Hill ed è la chiesa madre della diocesi anglicana di Londra, oltre che un vero capolavoro di classicismo barocco dell'architetto Christopher Wren.

Curiosità: la cupola della cattedrale di Saint Paul è ispirata a quella della Basilica di San Pietro.

  • Livello Bonus: "All Hallows" by the Tower


All Hallows by the Tower è una delle chiese più antiche presenti sul territorio inglese. Fu fondata da un re sassone nel VII secolo sui resti di una casa romana del II secolo. L’edificio è situato lungo il Tamigi, nei pressi della Torre di Londra (come ne suggerisce il nome) e poco conserva della struttura originaria, essendo stato rinnovato e ampliato più volte nei secoli successivi a causa di diversi incidenti.

In Tomb Raider III, un intero livello è ambientato in una chiesa ispirata ad All Hallows by the Tower, a Londra. Inizialmente, questo livello doveva essere incluso nella storyline originale, posto tra il primo e il secongo livello londinese (la chiave ritrovata nella cattedrale doveva in teoria dare accesso a All Hallows). 

Successivamente il livello divenne opzionale, accessibile dopo aver trovato 59 dei 60 segreti previsti nel gioco ed una volta completato, permetteva di rigiocare Tomb Raider III con tutte le armi e munizioni infinite.

Tomb Raider 4

  • Livello 1: "Angkor Wat" in Cambogia


Angkor Wat è un complesso di edifici che costituiscono un tempio contenuto nel sito archeologico di Angkor, in Cambogia, nei pressi della città di Siem Reap. Costruito per volere del re Suryavarman II, presso Yasodharapura, la capitale dell'impero, fu completato in meno di 40 anni. Patrimonio dell'UNESCO è il più grande monumento religioso nel mondo.

Il livello iniziale di TombRaider è ambientato proprio ad Angkor Wat, con una Lara Croft ancora adolescente impegnata ad esplorarne le rovine. Da notare nelle immagini le Devata (rappresentazioni di divinità indù) scolpite sulla facciata di uno dei templi di Angkor Wat verosimilmente rappresentate nel gioco.


  • Livello 6: "KV5" nella Valle dei Re e le statue di Abu Simbel



In alto, le statue presenti in TR4 nel livello KV5, tomba della Valle dei Re dedicata ai figli di Ramses II. Le statue sono praticamente identiche a quelle di Abu Simbel, un grande tempio costruito proprio da Ramses II (foto in basso).

Da notare in entrambe le foto, la presenza al centro di un piccolo disegno scolpito: si tratta del dio Ra-Harakhti. 

  • Livello 17: La "Libreria Perduta" e la Biblioteca Reale di Alessandria


La Biblioteca reale di Alessandria fu la più grande e ricca biblioteca del mondo antico costruita intorno al III secolo a.C. durante il regno di Tolomeo II di Filadelfia.

La struttura e tutto il suo prezioso contenuto, stimato in circa 490.000 rotoli, andò distrutta da diversi incendi tra l'anno 48 a.C. e il 642 d.C. Le foto seguenti mostrano in basso come veniva immaginata la sala interna della biblioteca, riprodotta alquanto fedelmente in Tomb Raider 4, nel livello "Libreria Perduta".

Curiosità: ai giorni nostri, in ricordo della mitica libreria, fu costruita la moderna "Bibliotheca Alexandrina", in funzione dal 2002 presso Alessandria d'Egitto.

  • Livello 27: "Complesso della Sfinge" di Giza e la Stele del Sogno


Costruita tra il 2558 e il 2532 a.C. circa in pietra calcarea, la Sfinge di Giza è uno dei monumenti più noti al mondo.
Ai suoi piedi è ubicata la "Stele del Sogno", eretta nel 1401 a.C. per volere di Thutmose IV.

In Tomb Raider 4, la stele è protagonista di una cutscene poetica, in cui Lara traduce il testo (ispirandosi a quello originale) di cui riportiamo un estratto:

"Una notte in sogno mi comparve lo spirito della Sfinge. Nel suo parlare riconobbi parole di grande saggezza. Thutmose! Ecco il tuo destino! [...] Come te, anch'io dovrò essere libero da capo a piedi, e insieme assisteremo alla divina bellezza della creazione".

Tomb Raider 5

  • Livello 1: "Roma" e la Bocca della Verità


La Bocca della Verità è un antico mascherone in marmo, risalente al 1632 situato a Roma nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin. Rappresenta un volto maschile barbuto con occhi, naso e bocca ed aveva la funzione di far defluire le acque, come una sorta di tombino ante litteram.

La fama di questo oggetto è legata alla tradizione popolare, secondo la quale la bocca potesse mordere la mano di chi non affermasse il vero.

Curiosità: la Bocca della Verità divenne famosa grazie al film "Vacanze Romane" del 1953 di William Wyler, con protagonisti gli attori Audrey Hepburn e Gregory Peck.

  • Livello 2: i "Mercati Traianei" a Roma


Costruiti nel II secolo in contemporanea al Foro di Traiano, i Mercati Traianei constano di un complesso di edifici di epoca romana situati sulle pendici del colle Quirinale.

Teatro dell'omonimo livello di Tomb Raider 5, le strutture erano utilizzate in primo luogo per le attività amministrative relative ai Fori Imperiali, ed in parte per attività commerciali esercitate negli ambienti aperti ai lati delle vie interne.

Curiosità: Dal 2007, i Mercati ospitano il Museo dei Fori Imperiali.

  • Livello 2: "Mercati Traianei" e la Porta Alchemica a Roma


La Porta Alchemica è l'unico monumento di questo genere (in origine erano 5) di Villa Palombara ad essere giunto fino ai giorni nostri, risalente al XII sec. ed edificato per conto di Massimiliano Savelli Palombara, marchese di Pietraforte (1614-1680) nella sua residenza nella campagna orientale di Roma sul colle Esquilino. La Porta, secondo la leggenda, fu attraversata dall'alchimista Francesco Giuseppe Borri, il quale scomparì per sempre oltre di essa, lasciando dietro di lui alcune pagliuzze d'oro ed un misterioso manoscritto contenente il segreto della pietra filosofale.

I simboli alchemici ed alcune misteriose iscrizioni, contenuti nel manoscritto, furono incisi dal marchese sugli stipiti della porta, nella speranza che un giorno qualcuno riuscisse a decifrarli.

In TombRaider: Chronicles, Lara Croft visita Roma e svela l'arcano della Porta Magica, varcandola alla ricerca della Pietra Filosofale.

Nell'immagine in basso a destra, la collocazione della Porta Alchemica rispetto ai resti del Ninfeo di Alessandro: in Tomb Raider Chronicles sembra che la Porta sia stata inserita all'interno di essi.

  • Livello 4: "La base" in Russia e Zapadnaya Litsa


Zapadnaya Litsa è una base navale russa situata ad ovest della penisola di Kola, nell'oblast di Murmansk.

Utilizzata per ancorare gli U-boot tedeschi nella Seconda Guerra Mondiale e in seguito dall'Unione Sovietica per lo stazionamento di sottomarini nucleari, fu infine utilizzata come sede di stoccaggio di materiali radioattivi.

In Tomb Raider Chronicles, Lara Croft si infiltra nella base prima ed in un sottomarino russo poi, al fine di recuperare la Lancia del Destino. Nella foto in basso Nerpichya, una delle 4 infrastrutture navali presenti a Zapadnaya Litsa.

Nessun commento:

Posta un commento

Articoli più letti: