sabato 5 maggio 2018

Meteora in Grecia e Saint Francis' Folly

In Tomb Raider 1 (e nel suo remake Anniversary), dopo aver raccolto il primo frammento dello Scion in Perù, Lara si reca in Grecia poiché frugando negli uffici di Natla scopre che il secondo frammento si trova sepolto sotto il monastero di Saint Francis' Folly. Innegabile è la somiglianza di questo monastero con Meteora, famosa località della Grecia e patrimonio dell'Unesco.


Il monastero di Saint Francis' Folly in una schermata di caricamento di Tomb Raider 1 (versione Sega Saturn).

Meteora (dal greco META, "in mezzo a" e AER "aria", "sospeso in aria" o "in alto nei cieli") è un importante luogo di culto per la chiesa ortodossa, si trova in Grecia al bordo nord occidentale della pianura della Tessaglia, nei pressi della cittadina di Kalambaka

Si trova in cima a falesie di arenaria, proprio come nel videogioco, ed è costituita da sette monasteri integri di cui ad oggi sei sono abitati, oltre alle rovine di monasteri andati distrutti. Nessuno di questi monasteri è dedicato a San Francesco.

Meteora, in Grecia.
Questi monasteri erano una volta accessibili solo tramite scale di corda rimovibili. Per i turisti di oggi, i monasteri sono accessibili attraverso scale e ponti.

Alcune prove archeologiche suggeriscono che piccole comunità di eremiti hanno vissuto in questa zona dal X secolo: le caverne, che offrivano loro il rifugio perfetto dalle tentazioni e dal caos del mondo, possono ancora essere trovate nascoste tra le fessure di arenaria.

All'arrivo di Athanasios Koinovitis, un monaco del Monte Athos, insieme al suo gruppo di seguaci, i monaci ortodossi orientali iniziarono a nutrire un reale interesse per la zona. Athanasios, noto come S. Atanasio delle Meteore, fondò la Gran Meteora (noto anche come il Monastero della Trasfigurazione) nella metà del XIV secolo.

La Gran Meteora è il più antico e il più grande dei monasteri di Meteora e ha molto da offrire ai turisti. I visitatori possono ammirare i bellissimi affreschi della chiesa principale, esplorare le cantine del monastero, ammirare le rare icone religiose e i manoscritti esposti nel suo museo o visitare la sacrestia, dove possono vedere le ossa e i teschi degli ex residenti del monastero accatastati su scaffali di legno.

Il crollo dell'impero bizantino nella metà del XV secolo scatenò la migrazione di monaci, monache e pellegrini in questa remota parte della pianura della Tessaglia, molti dei quali cercavano rifugio dagli invasori turchi ottomani, e un totale di 24 monasteri furono costruiti in un secolo.

Il monastero che molto probabilmente è stato di ispirazione per Saint Francis' Folly è quello di San Nikolaos Anapafsas, detto anche Agios Nikolaos. Costruito su una roccia particolarmente stretta, è uno dei pochi monasteri a più piani di Meteora e offre splendide viste sul villaggio di Kastraki, sulle maestose montagne del Pindo e sulla Gran Meteora.

Il monastero di Agios Nikolaos.
Immagine: Erud
Non ci sono prove dell'esistenza di un colosseo romano o di un palazzo del re Mida nel monastero di Agios Nikolaos, ma ci sono alcune cisterne disseminate in questo paesaggio sacro. Queste cisterne rifornivano i monasteri di acqua dolce, sebbene per fortuna per i monaci le possibilità di imbattersi in un coccodrillo o in una camera sepolcrale di Atlantide fossero remote!

Alla fine del XIX secolo, frequenti incursioni di banditi e soldati ottomani spinsero la maggior parte dei monaci e delle suore ad abbandonare Meteora e molti dei tesori dei monasteri furono sequestrati dalle truppe di Ali Pasha. I monasteri caddero in uno stato di abbandono e solo negli anni 1920 i pellegrini iniziarono a tornare nella zona.

Questa pace fu interrotta dall'occupazione tedesca della Grecia durante la seconda guerra mondiale e dalla successiva guerra civile greca della fine degli anni '40, durante la quale i monasteri furono usati come rifugi e subirono alcuni danni strutturali. I lavori di restauro e ristrutturazione iniziarono negli anni '60 e i monasteri riaperti si affidarono al turismo e all'industria dell'intrattenimento per sbarcare il lunario. Alcune scene del film di James Bond del 1981 "For Your Eyes Only" sono state girate al Monastero della Santissima Trinità, o Agia Triada, e l'incantevole scenario di Meteora può essere ammirato anche nel film del 1961 "Tintin e il mistero del vello d'oro".

Saint Francis' Folly in Tomb Raider Anniversary. Immagine: Kelly McGuire

Oggi, Meteora è una delle destinazioni turistiche più popolari della Grecia ed è diventata una meta ambita per gli scalatori, con oltre 600 percorsi di arrampicata e 100 torri di roccia. Chiunque può visitare i monasteri di Meteora, ma tutti i visitatori devono rispettare un rigoroso codice di abbigliamento. Le donne devono coprirsi le spalle e indossare gonne lunghe: inutile dire quindi, che Lara avrebbe avuto difficoltà a entrare dalla porta principale in pantaloncini e canotta...!

Nessun commento:

Posta un commento

Articoli più letti: