domenica 29 luglio 2018

Le catacombe di Kom el-Suqafa in Egitto

Il complesso di catacombe di Kom el-Suqafa, fonte di ispirazione del livello "Catacombe" in Tomb Raider 4, è situato nella città di Alessandria d'Egitto, tra i quartieri Karmus e Mini el-Basal, a sud della colonna di Pompeo. È la necropoli greco-romana più grande dell'Egitto. Arriva ad una profondità di oltre 30 metri e si articola in tre livelli.


La memoria storica del sito si è persa durante il regno di Mehmet Ali, quando le catacombe furono utilizzate come cave di pietra e talvolta come magazzino per le munizioni.

Il sito è stato riscoperto nella metà del XX secolo in maniera del tutto casuale, per via della scomparsa di un asino in una fossa improvvisamente apertasi nel terreno.

Il nome del sito Kom el-Suqafa, che tradotto significa "collina di rottami", fa riferimento alle migliaia di resti ceramici trovati nell'area, probabilmente riconducibili ai corredi funerari delle catacombe.

È possibile visitare le catacombe di Kom el-Suqafa scendendo da una scala che avvolge il pozzo centrale, nel quale venivano calati i corpi dei defunti. Nel primo livello vi è una sala rotonda centrale e il Triclinium, una sala in cui veniva servito il pranzo nelle case degli antichi romani, in cui i parenti rendevano l'ultimo omaggio al defunto.

A est della sala principale c'è la Sala di Caracalla, un complesso funerario ancora più antico, dedicato a Nemesi, la dea della  "Distribuzione della Giustizia". È diventata accessibile dalla camera principale quando alcuni ladri di tombe irruppero buttando giù il muro.

Per accedere al secondo livello del sito, è presente un'altra scala che scende al sepolcro centrale. Questo è il fulcro del complesso, la cui singolare decorazione è frutto della fusione di varie credenze e iconografie funerarie.

Su ambo i lati dell'ingresso, sotto teste di Medusa, due serpenti giganti - che secondo la mitologia greca avevano lo scopo di trasformare in pietra gli eventuali saccheggiatori - reggono la doppia corona dell'Egitto. La decorazione dei sarcofaghi e i rilievi incisi nei pareti mostrano un misto di stile egizio, romano e greco: accanto all'ingresso è raffigurato Anubi, dio dei morti, il cui corpo massiccio è qui stretto in una corazza da legionario romano.

Le catacombe di Kom el-Sukafa. Immagine di Asiatologist

Il simbolo del serpente nel livello "Catacombe" in Tomb Raider 4: è identico a quello vero.

Nel mezzo del sepolcro centrale una seconda rotonda scende al piano più basso, reso inaccessibile dalle inondazioni. Dalla camera funeraria si ramificano in tutte le direzioni passaggi che conducono a camere contenenti oltre trecento loculi.

A cura di Loreta Anna Pavone

Nessun commento:

Posta un commento

Articoli più letti: